Sette Colli, i big del nuoto non tradiscono. Peaty re dei social, Martinenghi...
fede
Fonti Foto
Roma. Si è conclusa domenica scorsa allo Stadio del Nuoto (Foro Italico) di Roma la 54a edizione del Trofeo Internazionale Settecolli. Grande successo di pubblico e attese per fans ed addetti ai lavori da tutto il mondo non tradite. In vista dei mondiali di Budapest confermano aspettative di gloria Gregorio Paltrinieri nei 1.500 e "The Queen" Federica Pellegrini nei 200 sl mentre Gabriele Detti e Luca Dotto hanno dimostrato di dover limare ancora un filino la condizione per farsi trovare in forma smagliante alla rassegna iridata in terra ungherese.
"Sono sorpresa del risultato, non me lo aspettavo: al passaggio dei 150 credevo di non farcela ma la spinta del pubblico mi ha dato la giusta motivazione per arrivare prima - il commento di Federica Pellegrini - Sono contenta che questa edizione del Sette Colli abbia portato in piscina anche più gente dell'anno scorso". "Gareggiare al Sette Colli è sempre emozionante, a Roma sono ormai di casa - ribadisce Paltrinieri - Non mi aspettavo quest'accoglienza da parte del pubblico. Speravo di nuotare anche più veloce ma sono soddisfatto della mia prestazione, sono stanchissimo. Mi dispiace molto per Detti. La visita al papa è stata emozionante".
Un'edizione particolarmente fortunata anche dal punto di vista mediatico che ha visto in Massimiliano Rosolino un vocalist d'eccezione tra area stampa e pubblico. A tal proposito a rubare la scena social con picco di foto condivise su Instagram è il britannico Adam Peaty che ha catalizzato l'attenzione di giovani e meno giovani, donne in particolare: "Sono veramente felice per questo risultato ottenuto grazie al calore di questo splendido pubblico - ha spiegato l'oro olimpico dei 50 e 100 rana - Ora continuerò ad allenarmi in vista dei campionati mondiali". Ai brillanti risultati dei vari Ilaria Bianchi, Le Clos, Blume e Kromowidjojo, si sono aggiunte liete sorprese o meglio conferme per chi segue la disciplina. Tra questi ha stupito il campione Juniores Nicolò Martinenghi: ""Sono entusiasta e sorpreso per aver stabilito il record italiano nei 100 rana. Il lavoro duro ha dato i suoi frutti: è stata una gara per superare i miei limiti. Adoro il Sette Colli e questo magnifico pubblico". Non da meno la padrona di casa Simona Quadarella, oro nei 1500 e argento sugli 800: "Non riesco a trovare le parole giuste per commentare questa gara, sono felicissima. Dopo questa prestazione mi sento molto più in forma per i Mondiali. Al termine dell'allenamento in montagna registro sempre tempi piuttosto alti, stavolta invece è andata molto meglio". L'appuntamento è al 2018 all'insegna di nuovi record e sorprese.
 
FOTO: deepbluemedia.eu
 
   
Articolo contenuto in
  Società   
SU ESCLUSIVE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE